giovedì, marzo 23, 2017 10:12

SamKnows – Come avere un router gratis dalla CE con OpenWrt

marzo 13th, 2017

Ho trovato questo interessantissimo articolo in rete, inizia così:

Ebbene si, avete letto bene. La Comunità Europea da un pò di anni a questa parte ha creato un interessantissimo progetto chiamato SamKnows, ecco il link del progetto: https://www.samknows.eu/

In pratica consiste nel monitorare i dati del vostro provider per vedere se effettivamente vi garantiscono la banda per cui state pagando, siamo dei volontari, quindi ci arriva questo bellissimo router di fascia alta con una versione custom di OpenWrt.

Personalmente ho già aderito al programma, mi hanno inviato il TP-LINK TL-WDR3600 un paio di anni fa circa, e l’ho riflashato con OpenWrt. E’ possibile anche rimettere il firmware di fabbrica ovviamente, e quindi della TP-LINK in questo caso.

Tutto quello che dovete fare per ottenere questo router gratis è compilare questa pagina qui: https://www.samknows.eu/sign-up/

Inserite dati veri, ed inserite i Mbps che prevede il vostro contratto.

Questi dati servono a SamKnows per multare il provider in questione in caso di banda inferiore a quella garantita.

Proprio ieri ho ricevuto la mail di Neil Campbell di SamKnows che mi chiedeva se volevo continuare ad aderire al progetto, inviandomi quindi un nuovo router, che loro chiamano Whitebox. Ovviamente ho risposto di si!!! 🙂

Fine Articolo.
Ecco la fonte: http://www.davenull.altervista.org/2017/03/12/samknows-come-avere-un-router-gratis-dalla-ce-con-openwrt/

Alternativa a Torrentz

marzo 10th, 2017

Come ben sapete hanno chiuso Torrentz, il motore di ricerca Torrent più utilizzato al mondo.

Eccovi l’alternativa: https://torrentz2.eu/

E’ praticamente uguale al vecchio Torrentz come lo conoscevamo noi!!!

Giustifico la mia assenza

gennaio 7th, 2017

Scusate per la prolungata assenza a causa di problemi di vario genere, dal lavoro alla salute e chi più ne ha più ne metta!!! Tra l’altro potete notare che hanno eliminato da vimeo molti dei miei video, tutto questo grazie all’AGICOM (Autorità per le garanzie nelle comunicazioni) che può permettersi di eliminare qualsiasi cosa dalla rete senza passare da un giudice…
Per saperne di più sull’AGICOM eccovi l’articolo su Wikipedia: https://it.wikipedia.org/wiki/Autorit%C3%A0_per_le_garanzie_nelle_comunicazioni

Insomma bisogna trovare un hosting per i video decentralizzato o perlomeno che non sia sotto il controllo dell’AGICOM e che se ne fotta del DMCA (Digital Millennium Copyright Act).

Tornerò a scrivere articoli scomodi come prima, tranquilli 🙂

Scusate ancora per la mia assenza!!!

La tua VPS gratuita con Linux a 64bit

gennaio 19th, 2014

Avete bisogno di una VPS (Virtual Private Server) completamente gratuita, ovviamente con Linux e tutti i siti che avete cercato vi chiedono di spendere un patrimonio annuale??? Dopo ardue ricerche l’ho trovata!!! Da un annetto utilizzo questo servizio che offre appunto una VPS gratuita, con 128 Mb di RAM, 256 Mb di swap, 10 GB di hard disk con sistema operativo Linux.
Potete scegliere tra Ubuntu, Debian e CentOS, TUTTI RIGOROSAMENTE A 64 BIT, e se avete sbagliato sistema operativo, potete sempre reinstallarlo successivamente con due semplici click!!! ^^
Ci mettono un pò ad attivarti il servizio… Personalmente ci han messo un paio di settimane e mezzo circa, ed ogni due mesi ti inviano una mail con un captcha per il rinnovo, per essere sicuri che non state occupando spazio inutilmente sui loro server, dato che è gratuito!!! ^^ Come dargli torto…
Ah dimenticavo, ovviamente il tutto è amministrabile da Secure Shell (SSH) e senza X11 Forwarding, ciò vuol dire, che sarà tutto esclusivamente a riga di comando!!!
Nel regolamento non è possibile ospitarci un sito commerciale, ne altre cose che intasano eccessivamente la banda…
Il servizio è di qualità ed è ottimo per imparare se siete alle prime armi con SSH ed amministrazione di server da remoto!!!
Ecco il link per la registrazione al servizio: http://members.host1free.com/vps?ac=h1f_register_vps

[DOC – ITA – 2010] E’ stato morto un ragazzo

dicembre 1st, 2013

[DOC – ITA – 2010] E’ stato morto un ragazzo from Anarco Tux on Vimeo.

È stato morto un ragazzo. Federico Aldrovandi che una notte incontrò la polizia è un documentario a sfondo biografico e sociale uscito nel 2010, scritto, diretto, scenografato e montato da Filippo Vendemmiati. Racconta la tragica vicenda dell’omicidio di Federico Aldrovandi, studente di Ferrara ucciso nella notte del 25 settembre 2005.
Il film è stato presentato l’8 settembre 2010 alla 67ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

I fatti narrati partono all’alba del 25 settembre 2005, quando Federico si trova vicino all’ippodromo di Ferrara, luogo in cui avviene l’incontro con una pattuglia di polizia. Passate alcune ore da quell’episodio, la sua famiglia apprende della sua scomparsa. La parte successiva del film tenta di ricostruire la verità di ciò che accadde veramente quella mattina, ripercorrendo le ricostruzioni fatte dalla polizia e le testimonianze di amici e conoscenti. In seguito viene seguita l’istituzione del processo e vengono presentati numerosi documenti degli archivi RAI registrati da alcuni dei protagonisti.

La creazione è stata possibile grazie al lavoro del regista, che ha raccolto numerosi documenti originali, spezzoni di inchiesta, filmati d’archivio e inserti narrativi da tutte le fonti disponibili, forte anche del suo lavoro di giornalista presso la sede RAI di Bologna.

Il 2 settembre 2010 viene distribuito il DVD del film insieme al libro che porta lo stesso titolo, nella collana Promo Music Books, di Corvino Meda Editore.
Il 25 gennaio 2011 viene trasmessa la prima nazionale di È stato morto un ragazzo, gratuitamente su Internet in diretta dal blog di Beppe Grillo.
« La morte di Federico Aldrovandi fa ancora scandalo. Nessuna rete televisiva, incluse La 7 e Rai 3, ha trovato uno spazio in programmazione per trasmettere il film È stato morto un ragazzo, che descrive il pestaggio avvenuto durante un controllo stradale della polizia di Stato e il muro di gomma che ne seguì. Il processo ai colpevoli è stato possibile solo grazie alla rete a cui la mamma di Federico si rivolse subito dopo la morte di suo figlio. E anche ora, la proiezione di questo film di denuncia passa solo per la Rete. »
(Beppe Grillo, prima della proiezione del film)
Il 21 maggio 2011 viene infine trasmesso su Rai 3 in seconda serata.
Il 1º aprile 2013 viene reso disponibile online, a renderlo noto Stefano Corradino e Giuseppe Giulietti, direttore e portavoce di Articolo 21, liberi di….

Informazioni fornite da Wikipedia Italia: https://it.wikipedia.org/wiki/È_stato_morto_un_ragazzo